Presa USB da incasso

presa usb vimar

Nell’impianto elettrico moderno non possono mancare le prese USB, utili e comode per caricare i device evitando così di portarsi in giro alimentatori da inserire nelle classiche prese a 230V. Dotare anche un impianto esistente di presa USB non è un’operazione impossibile, infatti, una singola presa USB occupa un “posto” all’interno delle normali scatolette a muro che ospitano interruttori e prese. Si può dunque affiancare un’uscita USB ad altre prese del medesimo tipo, oppure a prese di diversa fattura.

Optare per prese di questo tipo non solo è una bella comodità, ma consente anche di ricaricare i dispositivi molto più velocemente di quanto non si farebbe servendosi ad esempio del cavo USB collegato ad un pc, perché l’intensità di corrente in uscita da esso è decisamente più bassa di quella in uscita dalle prese.

In una postazione studio o dedicata al lavoro, ad esempio, si può pensare di posizionare anche tre prese USB una canto all’altra nella medesima scatoletta; al contrario, accanto ai comodini del letto può essere sufficiente un’unica USB, utile per caricare lo smartphone in notturna, da affiancare ad una presa da 10A o ad una bipasso.

Ma di cosa ha bisogno una presa USB per poter funzionare?

Ha bisogno dell’alimentazione di rete 230V e si monta a tutti gli effetti come una presa di corrente, infatti solitamente nel retro del frutto ci sono due fori dove vanno collegati fase e neutro. Quando si acquista la presa è importante conoscere la corrente massima erogabile in modo da essere sicuri che sia capace di caricare i device di cui si è in possesso.

Oggi, in commercio, si trovano tantissime prese USB diverse per colore e stile, in modo tale da adattarsi perfettamente alle varie scatolette che già avete montato in casa. Tutti i marchi più noti e le serie più vendute hanno prese USB ad hoc, pertanto potrete facilmente prevederne la presenza anche in un impianto già esistente e che originariamente ne era sprovvisto, togliendo una bipasso o una normale presa ed al suo posto inserendo una USB. È un lavoro che potrete fare anche da soli, senza grosse difficoltà; ricordatevi solo di staccare preventivamente la corrente per lavorare in sicurezza.

Qui sotto un tutorial, selezionato da YouTube, su come installare una presa USB da incasso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here