Connessioni internet: quale scegliere?

Connettersi ad internet oggi è un esigenza: ma qual’è la migliore connessione? Verrebbe da dire quella più veloce, ma a visto che tuttoi ha un costo in molti casi potrebbe non essere la soluzione più conveniente. L’obiettivo di questa guida è quello di orientarti nella scelta della connessione internet ottimale per te, indipendentemente che ti serva per la la tua casa o per la tua attività lavorativa.

1. Modem e router: scopriamo cosa sono e come funzionano

Iniziamo a scoprire meglio alcuni componenti fondamentali di una rete internet in modo da valutare meglio le varie connessioni internet disponibili utilizzabili in ambiente domestico o commerciale.

1.1 Il modem: il punto di accesso alla grande rete

Un modem è un dispositivo che consente di connettere la tua casa o il tuo ufficio alla rete Internet, fungendo da ponte tra il tuo ambiente locale e il vasto mondo di Internet. Analogamente a come il contatore di energia elettrica connette la tua casa alla rete elettrica o il contatore del gas la connette alla rete del gas, il modem trasforma i segnali digitali del tuo dispositivo in segnali compatibili con la rete del tuo fornitore di servizi internet (ISP) e viceversa.

Il termine “modem” è un’abbreviazione di modulatore-demodulatore. La funzione principale di un modem è di modulare i segnali provenienti da un provider di servizi Internet in segnali che i dispositivi domestici possono utilizzare, e demodulare i segnali inviati dai dispositivi domestici in un formato che può viaggiare attraverso l’infrastruttura del provider di servizi Internet.

1.2 Il router: il distributore della connessione nei nostri ambienti

Con il modem ci si connette ad internet, ma dovendo distribuire la connessione alla nostra rete locale abbiamo bisogno di un ulteriore dispositivo: il router.

Un router consente di collegare i diversi dispositivi, come computer, smartphone, tablet e stampanti, ogni qualvolta ci sia una richiesta di connessione a internet. Se, ad esempio, contemporaneamente guardi un film in salotto, in cucina si consulta uno smartphone per leggere una ricetta, e in cameretta si gioca online, il router è quel dispositivo che consente l’accesso simultaneo a internet, lavorando in sinergia con il modem. Nella maggior parte dei casi, il dispositivo è unico e prende il nome di modem-router.

I router moderni offrono sia connessioni cablate (tramite cavi Ethernet) che wireless, permettendo una flessibilità nella configurazione dei vari dispositivi della rete.

1.3 Il modem-router

Solitamente nelle reti domestiche o nelle piccole retri aziendali modem e router sono raggruppati in un unico dispositivo, formando così il modem-router

1.4 Modem router di proprietà o dell’operatore?

Con la delibera AGCOM n. 348/18/CONS non si è obbligati a utilizzare il modem-router dell’operatore che offre la connessione internet. Quindi puoi acquistare un modem libero e compatibile con la tecnologia offerta piuttosto che noleggiare quello proposto dall’operatore.

Indice della guida >>

2. Rete cablata, wifi o mista?

Come dicevamo prima il segnale internet, una volta entrato dal modem, deve essere distribuito nell’ambiente dal router attraverso la cosidetta rete dati, che può essere senza fili (wireless), cablata (cioè ci saranno delle prese dati distribuite nell’ambiente) oppure mista (un po wireless e un po cablata).

La rete cablata è la più veloce e stabile, ma richiede di collegare i dispositivi alla rete tramite cavi Ethernet. La rete Wi-Fi è più conveniente e flessibile, ma può essere meno stabile della rete cablata, soprattutto se la distanza tra il router e i dispositivi è elevata. La rete mista potrebbe risolvere il problema dei punti molto distanti. Qui di seguitoi una tabella riepilogativa.

Aspetto WiFi Cablata Mista
Velocità Generalmente inferiore rispetto alla rete cablata, influenzata da ostacoli fisici e interferenze Alta velocità, più stabile Combina i vantaggi di entrambe per equilibrio tra velocità e flessibilità
Affidabilità Minore a causa delle interferenze Alta, meno soggetta a interferenze Dipende dall’implementazione e dalla proporzione di ciascun tipo
Sicurezza Potenzialmente vulnerabile se non adeguatamente protetta Maggiore, più difficile accedere fisicamente Richiede attenzione sia per gli aspetti WiFi che cablati
Costo di installazione Minore, non richiede cavi Maggiore, per i cavi e l’installazione fisica Varia, può essere elevato a seconda della complessità
Facilità di implementazione Alta, richiede poche competenze Richiede pianificazione per il passaggio dei cavi Richiede pianificazione ma offre flessibilità aggiuntiva

Indice della guida >>

3. Rete wifi: qualche consiglio

Nella maggior parte delle soluzioni domestiche si opta per una rete wifi, vediamo adesso alcuni consigli.

3.1 Posizione del modem router

Non sempre si può scegliere poichè magari in molti impianti di vecchia generazione le prese sono disponibili in un punto determinato e quindi a meno che non si vogliano installare nuovi cavi c’è poco da fare. Negli impianti nuovi o dove magari ci sono più prese disponibili è importante scegliere non per estetica (metto il modem dove mi da meno fastidio) ma per geometria dell’appartamento: ecco a seguire alcuni consigli di posizionamento.

  • Centrare il dispositivo: posiziona il modem in una posizione centrale della casa per distribuire il segnale uniformemente.
  • Altezza: colloca il modem in posizione elevata, su uno scaffale alto o un mobile, per una diffusione ottimale del segnale.
  • Evitare ostacoli e interferenze: tieni il modem lontano da muri spessi, metalli, grandi specchi e dispositivi elettronici che possono ridurre la copertura.
  • Evitare angoli e spazi chiusi: non mettere il modem in armadi o cassetti.
  • Orientare le antenne strategicamente: se il modem ha antenne esterne, orientarle in modi diversi può migliorare la copertura.
  • Software e aggiornamenti: assicurati che il firmware del modem sia aggiornato per prestazioni ottimali.

3.2 Router wifi: mono e dual band?

I router wifi possono essere mono e dual band: cosa vuol dire e perchè può essere utile avere due bande di segnale?

Il segnale internet viene trasferito nell’ambiente con onde di una certa frequenza, più precisamente nel nostra caso a 2,4 GHz o 5 Ghz. I router mono banda trasmettono il segnale a 2,4 GHz , standard compatibile con tutti i dispositivi wireless, i dual band hanno due frequenze: 2,4 e 5 Ghz.

La frequenza di 5Ghz è supportata dai dispositivi più moderni e caratterizzata da maggiore stabilità, ma da minore distanza di copertura rispetto il segnale a 2,4 GHz (in tabella sono riportate delle distanze massime ideali, cioè senza tenere conto della forma dell’ambiente e della tipologia delle pareti).

La banda a 2,4 GHz è più soggetta a interferenze rispetto alla banda a 5 GHz, poiché molti dispositivi domestici (come forni a microonde e telefoni cordless) operano su questa frequenza, insomma è una banda molto affollata da dispositi il cui scopo non è connettersi ad internet.

I canali a 5 GHz sono generalmente meno affollati in quanto dedicata solo a dispositivi di nuova generazione, il che consente velocità di trasferimento dati superiori e più stabili rispetto a quelli a 2,4 GHz, quindi potremmo magari risolvere problemi di instabilità in alcune zone dell’ambiente che si vuol coprire.

Qui di seguito ti riporto una tabella riepilogativa.

Caratteristica 2,4 GHz 5 GHz
Compatibilità Compatibile con tutti i dispositivi wireless Supportata dai dispositivi più moderni
Stabilità Minore rispetto a 5 GHz, più soggetto a interferenze Maggiore stabilità, meno interferenze
Distanza di copertura Maggiore distanza di copertura (fino a circa 100 metri in ambienti interni) Minore distanza di copertura (fino a circa 50 metri in ambienti interni)
Interferenza Alto rischio di interferenza da altri dispositivi domestici Minore rischio di interferenza
Larghezza di banda e velocità Canali più stretti, potenzialmente più congestionati Canali più larghi, supporta velocità superiori

3.3 Potenziare la rete wi-fi: i dispositivi

Abbiamo fatto il meglio che si poteva fare, router in punto strategico con tecnologia dual band, ma nonostante ciò alcuni punti dell’immobile non hanno segnale di rete accettabile: cosa fare?

Questi dispositivi che possono aiutarci a migliorare la rete locale:

  • Reti Mesh: sistema di dispositivi interconnessi che distribuisce il segnale WiFi in modo uniforme in tutta la casa. Ideale per grandi spazi e abitazioni su più livelli. Dal punto di vista economico questa soluzione è più impegnativa delle altre proposte di seguito.
  • WiFi Repeater: dispositivo che estende la copertura della rete WiFi esistente. Semplice da installare poichè ha bisogno di una presa elettrica per l’alimentazione, la velocità del segnale emesso dipende molto dal qualità del segnale nel punto di installazione del repeater..
  • Powerline : utilizza l’impianto elettrico esistente per trasmettere il segnale internet, solitamente per poter collegare un dispositivo che si trova in prossimità di una presa elettrica.
  • Access Point: dispositivo collegato direttamente al router tramite cavo Ethernet. Crea un nuovo punto di accesso WiFi, offrendo una connessione stabile e affidabile in un’altra zona della casa. Ovviamente questa soluzione è praticabile se c’è la possibilità di installare un cavo senza stravolgere gli ambienti e è consigliata per case che si distribuiscono su più piani.

Indice della guida >>

4. Velocità di upload e di download

Il modem, come visto in precedenza, ti consente di scambiare dati con la rete mondiale, grazie al modem potrai inserire dati in rete (upload) o prelevare dati dalla rete (download).

Per esempio quando visiti un sito internet effettuerai un operazione di upload (carichi la richiesta www.nomesito.it) e poi di download (vedrai il sito). Quando vedi un film in streamming stai usando internet in download; se invii un’email usi in internet in modalità download, …. e cosi via.

Perchè mi sono soffermato su questa distinzione?
Perchè alcune tipologie di connessione sono caratterizzate da velocità di download e upload diverse, cioè sono delle connessioni internet asimmetriche.

Indice della guida >>

5. ADSL (Asymmetric Digital Subscriber Line)

L’ADSL è la tecnologia che rivoluzionò la velocità di connessione in Italia, questa tecnologia utilizza i cavi telefonici (il famoso doppino telefonico) per trasmettere i dati e farci connettere in internet. Oggi è il tipo di connessione veloce più economico presente sul mercato italiano, anche se sta perdendo di competitività nelle aree raggiunte dalla connessione in fibra ottica.

L’ADSL è una tecnologia a banda asimmetrica, il che significa che la velocità di download è diversa della velocità di upload (ne abbiamo parlato nel punto 4). La velocità di download è notevolmente maggiore per favorire le attività che hanno bisogno maggior banda ome ad esempio lo streaming video o audio.

Le velocità massime di download e upload dell’ADSL variano a seconda del tipo di connessione disponibile nel punto doi utilizzo: in tabella si riportano le velocità massime per tipo di tecnologia.

Tipo di ADSL Download Upload
ADSL 1 Mega fino a 1 Mbps fino a 640 Kbps
ADSL 2 Mega fino a 2 Mbps fino a 1 Mbps
ADSL 2+ fino a 24 Mbps fino a 3 Mbps

5.1 Nessuna modifica all’impianto telefonico

Uno dei vantaggi di questa tecnologia è l’assenza di modifiche all’impianto telefonico esistente: il modem-router va collegato ad una presa telefonica dell’impianto utilizzando un filtro, spesso fornito con il modem stesso. Sulle altre prese è possibile collegare dei comuni telefoni fissi.

Indice della guida >>

6. VDSL (Very-high-bit-rate Digital Subscriber Line)

Poco conosciutà in ambito domestico è una connessione in rame come l’adsl ma caratterizzata da: velocità simmetrica di upload e download, velocità che può arrivare fino a 100 Mbps.

La VDSL non è diffusa come l’ADSL, in quanto richiede l’implementazione di apparati specifici nelle centrali telefoniche da parte dei provider, quindi la disponinibilità è limitata alle grandi aree urbane.

Anche questo tipo di tecnologia pian piano viene sostituita con la connessione in fibra.

Indice della guida >>

7. Fibra

Internet Fibra è una tecnologia di connessione internet a banda larga che utilizza cavi in fibra ottica per trasmettere dati a velocità molto elevate. La fibra ottica è costituita da sottili fili di vetro che trasportano la luce, consentendo una trasmissione dati più rapida e affidabile rispetto ai tradizionali cavi in rame utilizzati per l’ADSL.

Esistono diverse sottocategorie di Internet Fibra, che si distinguono principalmente per la tecnologia utilizzata e la velocità di connessione: vediamole insieme.

7.1 FTTN (Fiber To The Node)

La versione più lenta delle connessioni in fibra, ma sempre veloce, in quanto la connessione viaggia su cavi in fibra ottica fino ad un nodo di rete locale, per poi essere deviata sulla rete in rame finoall’abitazione dell’utente.

In genere offre velocità di download e upload simmetriche fino a 100 Mbps e ichiede l’installazione di un modem specifico compatibile con la tecnologia FTTN.

7.2 FTTC (Fiber To The Cabinet)

Molto diffusa oggi, a differenza della FTTN la fibra ottica arriva fino ad un cabinet situato nella strada, vicino all’abitazione dell’utente; quindi l’ultimo tratto di connessione avviene tramite cavi in rame, ma offre velocità di download e upload simmetriche, fino a 200 Mbps.

Anche in questo caso è necessario un modem specifico compatibile con la tecnologia FTTC.

7.3 FTTH (Fiber To The Home)

Questa è la connessione più performante in quanto il cavo in fibra ottica arriva direttamente all’abitazione o all’ufficio dell’utente, quindi si abbandona definitivamente il cavo in rame. Offre velocità di download e upload simmetriche, fino a 1 Gigabit al secondo (Gbps) e richiede l’installazione di un modem specifico compatibile con la tecnologia FTTH.

7.4 Il ribaltamento delle prese telefoniche e le telefonate VOIP

Qualunque sia lòa tecnologia scelta cambia il modo di trasmissione delle telefonate, praticamente viaggiano tramite internet, cioè utilizzano la tecnologia VOIP?
Cosa comporta tutto cio?

Non si può telefonare a modem spento.
Ribaltamento delle prese telefoniche: le prese telefoniche dell’impianto devono essere collegate al modem. L’operazione consiste nel cambiare la connessione dei cavi nella presa dov’è collegato il modem, non comporta smantellamento d’impianto ma deve sempre pur farla un tecnico.

Posso evitarlo?
Solo se non usi più telefoni fissi collegati alle varie prese, ma dei cordless (singoli, duo, trio, ecc) collegati direttamente nelle prese telefoniche presenti sul modem.

Indice della guida >>

8. FWA (Fixed Wireless Access)

FWA fornisce connettività a internet attraverso onde radio tra due punti fissi: una stazione base (come una torre cellulare) e l’antenna ricevente installata nella proprietà dell’utente, antenna che poi verrà collegata ad un modem-router locale.

Questa tipologia di connessione soffre dei disturbi tipici dei sistemi wireless quali ad esempio attenuazione dovuta alla distanza dell’antenna trasmittente, ostacoli fisici quali edifici e alberi possono ridurre la qualità del segnale.

Può essere una buona alternativa alle connessioni cablate in zone semi-urbane, oppure dove le soluzioni più performanti ancora non sono presenti.

Indice della guida >>

9. Connessione satellitare

La connessione satellitare utilizza i satelliti per trasmettere i dati. È una buona soluzione per le aree rurali o remote, ma offre le velocità di connessione più basse rispetto la maggior parte delle soluzioni veloci; ovviamente in assenza di queste 100 Mbps dio velocità massima può essere accettabile.

Indice della guida >>

10. LTE e 5G

Esistono altri tipi di connessione Internet disponibili per la casa, come la LTE (4G) e la 5G. Queste tecnologie offrono velocità di connessione simili alla fibra, ma sono potenzialmente più costosi a lungo termine. Inoltre la copertura e velocità dipendenti dalla prossimità dell’antenna; potenziali limitazioni di dati rispetto alle offerte illimitate della fibra.

Indice della guida >>

11. Tabelle comparative e conclusioni

In questo articolo, abbiamo esplorato le fondamenta della connettività Internet, partendo dalla comprensione dei dispositivi essenziali come modem e router, passando attraverso le differenze tra reti cablate e wireless, fino ad arrivare a una disamina dettagliata dei vari tipi di connessione internet disponibili per la casa, come ADSL, Fibra, e connessione Satellitare, oltre a esplorare alcune alternative più innovative.

La tabella qui sotto sintetizza le tecnologie di connessione discusse, mettendo a confronto le loro applicabilità a vari profili utente. Questo strumento è pensato per aiutarti a navigare tra le opzioni, offrendoti una panoramica chiara di quale tecnologia potrebbe meglio rispondere alle tue necessità specifiche, tenendo conto di fattori come velocità, affidabilità, e disponibilità geografica.

Tab.1 – Tecnologie adatte per profilo utente

Profilo Utente ADSL VDSL Fibra Ottica (FTTH, FTTC) LTE/4G 5G Satellite FWA (Fixed Wireless Access)
Navigazione e email ✔️ ✔️ ✔️ ✔️ ✔️ ✔️ ✔️
Streaming HD/4K ✔️ ✔️ ✔️ ✔️ ✔️(limitato) ✔️
Gaming online ✔️ ✔️ ✔️ ✔️ ✔️
Lavoro da casa (Videoconferenze, grandi upload) ✔️ ✔️ ✔️ ✔️ ✔️
Uso professionale (Server, Cloud, backup online massivi) ✔️ ✔️ ✔️(dipende dalla copertura)
Costo medio mensile €20-25 nd €25-40 €15-20 €35-45 €45-50 €25-35

Tab.2 – Tecnologie internet a confronto

Tecnologia Velocità Massima Download Velocità Massima Upload Ideale per Copertura Stabilità
ADSL Fino a 24 Mbps Fino a 1 Mbps Navigazione e email Ampia Media
VDSL Fino a 100 Mbps Fino a 20 Mbps Streaming HD, Gaming Moderata Alta
Fibra Ottica (FTTH) Fino a 1 Gbps Fino a 200 Mbps Streaming 4K, Gaming, Lavoro da remoto Variabile Molto Alta
LTE/4G Fino a 100 Mbps Fino a 50 Mbps Navigazione, Streaming HD Ampia Media-Alta
5G Fino a 10 Gbps Fino a 1 Gbps Tutte le applicazioni, incluse quelle future In espansione Molto Alta
Satellite Fino a 100 Mbps Fino a 3 Mbps Aree remote, Navigazione Estesa Media
FWA (Fixed Wireless Access) Fino a 1 Gbps Fino a 100 Mbps Aree non coperte da fibra, Navigazione, Streaming Estesa Alta

Concludendo, la scelta della connessione internet ideale dipende da un’accurata valutazione delle tue esigenze specifiche, dalla localizzazione, e dalla comprensione di come diverse tecnologie possano influenzare la tua esperienza online. Speriamo che le informazioni fornite in questo articolo ti servano da guida nella scelta della connessione più adatta, assicurandoti una navigazione fluida, produttiva e soddisfacente.”

Indice della guida >>

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here