Fotovoltaico: come dimensionare l’impianto perfetto per te

L’installazione di un impianto fotovoltaico rappresenta una scelta sempre più diffusa per famiglie e imprese in Italia. Questa guida completa fornisce i passaggi necessari per dimensionare correttamente un impianto fotovoltaico, garantendo un investimento efficiente e sostenibile.

In generale, il dimensionamento di un impianto fotovoltaico lo possiamo suddividere in tre fasi:

1. valutazione dei fattori chiave

Quali dati sono necessarii per poter iniziare il dimensionamento di un impianto fotovoltaico?

1.1 Individuazione del consumo di energia elettrica annuale

Conoscere il proprio consumo annuo di energia elettrica è un dato importante per dimensionare un impianto fotovoltaico, pena avere un impianto sottodimensionato o sovradimensionato, che comporta una riduzione del risparmio in bolletta nel primo caso e un allungamento dei tempi di recupero dell’investimento nel secondo caso.

Se l’utenza non è di nuova attivazione ci si può riferire ai consumi dell’ultimo anno, oppure ancor meglio dei tre anni precedenti. Questo dato è desumibile dalla bolletta della luce e costituisce il primo segnale di come deve essere strutturato l’impianto.

Normalmente il consumo elettrico di una famiglia o di un’azienda però può cambiare nel corso del tempo, quindi è bene prevedere un margine maggiorativo del 10-20% sul fabbisogno energetico annuale.

In mancanza dei dati storici sui consumi?

Ci si può affidare a delle tabelle statistiche per ipotizzare una stima di consumo energetico annuo.

Nucleo familiare Superficie (mq) Fabbisogno energetico annuale (kWh)
1 persona 40-60 1.500-2.000
2 persone 60-80 2.000-2.500
3 persone 80-100 2.500-3.000
4 persone 100-120 3.000-3.500

La tabella fornisce una stima approssimativa del consumo energetico annuale. Il consumo effettivo può variare in base a diversi fattori, come:

  • Classe energetica dell’edificio
  • zona climatica
  • Tipologia di elettrodomestici utilizzati
  • tipo di urbanizzazione
  • Abitudini di consumo

1.2 Producibilità annua per kWpicco di pannello nel sito di installazione

La “Producibilità annua del pannello fotovoltaico” in funzione dell’ubicazione geografica si può calcolare online con l’applicativo PVGIS: inserendo nel tool l’indirizzo dell’immobile ed il tipo di pannello fotovoltaico otteniamo i kWh di energia prodotti in un anno per ogni kWp di pannelli fotovoltaici.

Nella tabella qui sotto si riporta la producibilità annua per kWp di pannello fotovoltaico in silicio monocristallino in diverse città italiane, con l’inclinazione del pannello fissata a 30° per l’orientamento Sud e 10° per gli orientamenti Est e Ovest.

Città SUD 30° EST 10° OVEST 10°
Catania 1.550 kWh/anno 1.350 kWh/anno 1.350 kWh/anno
Salerno 1.550 kWh/anno 1.400 kWh/anno 1.400 kWh/anno
Roma 1.400 kWh/anno 1.200 kWh/anno 1.200 kWh/anno
Bologna 1.300 kWh/anno 1.120 kWh/anno 1.120 kWh/anno
Milano 1.300 kWh/anno 1.100 kWh/anno 1.100 kWh/anno
Torino 1.300 kWh/anno 1.050 kWh/anno 1.050 kWh/anno
Bolzano 1.250 kWh/anno 1.050 kWh/anno 1.050 kWh/anno

La producibilità annua è influenzata da altri fattori oltre all’orientamento del pannello, come ad esempio eventuali ombreggiamenti presenti nel sito d’installazione ed efficienza del pannello fotovoltaico installato.

1.3 Superficie disponibile

Bisogna individuare la superficie disponibile sul tetto o sul terreno per l’installazione dei pannelli. Nell’individuazione bisogna assicurarsi che la superficie sia idonea in termini di esposizione al sole e di assenza di ostacoli.

Per ottenere la massima produzione di energia, i pannelli dovrebbero essere installati su una superficie con orientamento Sud; ma il rendimento verso Est o Ovest è consentito in quanto si ha una leggera riduzione della produzione energetica, riduzione che rende comunque conveniente l’investimento nrel fotovoltaico.

La presenza di ostacoli, come alberi, camini o edifici, può creare zone d’ombra sui pannelli fotovoltaici e ridurre la loro efficienza; quindi è importante scegliere una superficie libera da ostacoli che possa garantire un’irradiazione solare diretta per la maggior parte del giorno.

2. Calcolo della potenza di picco dell’impianto fotovoltaico

Una volta definiti i dati della fase 1, puoi calcolare la potenza di picco (kWp) dell’impianto utilizzando la seguente formula: Fabbisogno annuale (kWh)/Producibilità annua del pannello fotovoltaico.

Facciamo un esempio?
Considerando un fabbisogno annuale di 3.000 kWh e una producibilità annua di 1.300 kWh/kWp si ottiene: 3.000 kWh / 1.300 kWh/kWp = 2.3 kWp

Nella tabella si riportano i valori di potenza per il campione di città viste al punto 1.2. (pannelli in silicio monocristallino)

Città SUD 30° EST 10° OVEST 10°
Catania 2.3 kWp 2.6 kWp 2.6 kWp
Salerno 2.3 kWp 2.5 kWp 2.5 kWp
Roma 2.5 kWp 3.0 kWp 3.0 kWp
Bologna 2.8 kWp 3.2 kWp 3.2 kWp
Milano 2.8 kWp 3.2 kWp 3.2 kWp
Torino 2.8 kWp 3.5 kWp 3.5 kWp
Bolzano 2.9 kWp 3.5 kWp 3.5 kWp

3. Quanti pannelli installare e che superficie occorre?

Siamo quasi in dirittura d’arrivo, vediamo gli ultimi due passi.

3.1 Calcolo del numero dei pannelli

Per calcolare il numero di pannelli necessari bisogna dividere la potenza dell’impianto per la potenza del singolo pannello, arrotondando il risultato.

Nella tabella qui sotto si riporta qualche esempio per un impianto di potenza di generazione 3 kWp.

Energia necessaria Potenza pannello N. teorico pannelli N. pannelli adottati Potenza totale impianto
3 kWp 400 Wp 7,5 8 3,2 KWp
3 kWp 410 Wp 7,3 7-8 2,87-3,28
3 kWp 420 Wp 7,14 7 2,94 kWp
3 kWp 430 Wp 6,97 7

3.2 Quanta superficie necessità per l’installazione del generatore fotovoltaico?

Bene, conosciamo il numero di pannelli adesso dobbiamo capire se lo spazio sul tetto e sufficiente ad ospitarli: come fare?

Bisogna procurarsi le caratteristiche tecniche dei pannelli, vedere le dimensioni e:

  • Moltiplicare il numero di pannelli per l’area di un singolo pannello: troveremo la superficie netta occupata dai pannelli;
  • Aggiungere un margine: bisogna distanziare i pannelli per esigenze tecniche di installazione.

Facciamo un esempio?
Un pannello monocristallino da 420 Wp ha dimensioni in m 1,700×1,050, la sua area sarà 1,78 mq. Se l’impianto ha necessità di 6 pannelli si ottiene la superficie di: 6×1,78=10,68 mq. Tenendo conto che dobbiamo lasciare un piccolo margine possiamo ipootizzare se il tetto è a falda che servano 12 mq liberi.

Nella tabella qui sotto si riporta lo spazio necessario in funzione della potenza dell’impianto, nell’ipotesi di un pannello in silicio monocristallino per uso domestico (circa 2mq lordi per pannello)

Potenza di picco (kWp) Numero di pannelli Superficie utile (mq)
1 3 6
2 5 10
3 8 15
4 10 19
5 13 25
6 15 29
7 18 34
8 20 38
9 23 44
10 25 48

4. Conclusioni

In conclusione, il dimensionamento corretto di un impianto fotovoltaico è fondamentale per garantire un investimento efficiente e sostenibile; quindi consigliamo vivamente di rivolgersi a professionisti del settore, che dopo un accurato sopralluogo, saranno in grado di offrirvi un preventivo su misura, cioè basate sulle vostre specifiche esigenze (leggi l’articolo “Preventivo fotovoltaico: 10 consigli per te“).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here